KLEOS - domenica, 4 Aprile 11:52

Le Mobilità Erasmus+ ai tempi del Coronavirus

CASTELVETRANO – La pandemia ha ormai condizionato l’attività complessiva della scuola, anche per quanto attiene alle mobilità previste nel programma ERASMUS+. Infatti dopo aver rinviato più volte la mobilità in Italia, prevista inizialmente per il mese di Marzo 2020, i partner del progetto “Nature Loving Kids”, ovvero Ungheria, Romania, Lettonia, Turchia, Polonia e Italia, hanno […]

CASTELVETRANO – La pandemia ha ormai condizionato l’attività complessiva della scuola, anche per quanto attiene alle mobilità previste nel programma ERASMUS+. Infatti dopo aver rinviato più volte la mobilità in Italia, prevista inizialmente per il mese di Marzo 2020, i partner del progetto “Nature Loving Kids”, ovvero Ungheria, Romania, Lettonia, Turchia, Polonia e Italia, hanno deciso di organizzare nella settimana dal 22 al 26 Marzo, una mobilità on line per consentire lo scambio in maniera virtuale delle esperienze didattiche sperimentate nelle diverse scuole, avere occasione di formazione e conoscere le realtà scolastiche e territoriali straniere.

Non è stato facile, anche perché la scuola era alla sua prima esperienza, ma forti della solidità delle competenze professionali e digitali dei Docenti, prima fra tutti il Coordinatore del progetto, l’ins. Florianna Calia,  è stato predisposto un programma ricco di iniziative formative e didattiche, oltre che di occasioni per approfondire la conoscenza del territorio castelvetranese e selinuntino e della realtà scolastica della Scuola dell’infanzia e della Scuola Primaria dell’I.C. Lombardo Radice-Pappalardo.

Grazie anche al contributo video di benvenuto del Sindaco della città e del Presidente del Consiglio Comunale ed all’apporto delle Associazioni che si occupano di educazione ambientale e di sensibilizzazione presso le scuole sui temi dell’Agenda 2030, che collaborano da anni con l’Istituto, come il CISS, Legambiente, La Riserva delle grotte di S.Ninfa e il sig. Vito Salluzzo che si occupa di apicoltura, il meeting ha riscosso grande successo presso i partner che hanno espresso il desiderio di venire in Sicilia appena possibile, attratti dalle nostre bellezze artistiche e paesaggistiche.

In questo percorso di “educazione alla bellezza” come è stato definito dalla Dirigente Maria Rosa Barone, fondamentale è stato l’apporto delle docenti di Scuola dell’infanzia e di Scuola Primaria, che hanno realizzato in lingua inglese dei prodotti didattici di eccellente livello, hanno motivato all’apprendimento gli alunni e hanno favorito l’acquisizione di competenze in Lingua straniera adeguate alla loro età. Un grazie sentito va rivolto alla prof. Caterina Mattaliano, docente della scuola di lingua madre inglese, che ha avuto il compito di voce narrante, esplicativa del percorso didattico intrapreso e mediatore linguistico.

Il prossimo appuntamento del progetto è previsto per il mese di Maggio, quando in maniera virtuale si realizzerà un’altra mobilità, questa volta curata dal team turco.


Torna alla Home