Monthly Archives: Marzo 2022

Concorso Nazionale: “Scopri e Fotografa i Geositi delle Regioni Italiane”

ROMA – La Società Italiana di Geologia Ambientale (SIGEA) – APS e l’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, al fine di promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei geositi, luoghi di interesse geologico, e dei paesaggi geologici delle regioni italiane, bandiscono l’edizione 2021/2022 del concorso fotografico rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Sarà possibile seguire anche tramite la diretta online sul sito webtv.senato.it, la conferenza stampa di presentazione del concorso che si terrà Lunedì 28 marzo alle ore 12.30, presso la sala Nassirya del Senato, alla presenza dei Sottosegretari di Stato, on. Ilaria Fontana e l’on. Barbara Floridia. Gli studenti italiani potranno scoprire, fotografare e dunque narrare, descrivere i geositi italiani attraverso la fotografia.. Possono partecipare tutti gli studenti delle scuole medie superiori italiane, statali e parificate, che sono interessati a condividere le emozioni provate davanti ai paesaggi geologici e alla geodiversità della propria regione. Riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante viaggi o passeggiate con amici o parenti, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro e irripetibile di forme e ombre che solo la natura riesce a creare e donarci.
Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 30 giugno 2022 compilando on-line la scheda autore sul sito web Concorso fotografico: “Scopri e fotografa i geositi delle regioni italiane”. Edizione studenti 2021/2022 (sigeaweb.it) Durante il periodo di chiusura si è riaffermata con forza l’importanza della fotografia, grazie alla quale abbiamo visto come l’ambiente sia riuscito a riappropriarsi degli spazi”. Lo ha annunciato Antonello Fiore, Presidente della Società Italiana di Geologia Ambientale.

 

Concorso internazionale “Acqua fonte di vita” di poesia, racconto, saggio breve e videoclip

ANGUILLARA SABAZIA (Roma) – Le associazioni “DIRITTI CITTADINANZA DEL LAGO”, ente di valorizzazione che opera nel territorio italiano, per la difesa dei diritti umani, a favore delle persone svantaggiate, dei più deboli, per la solidarietà, per stimolare l’interesse verso tematiche di rilevanza sociale ed economiche, “TERRA TRICOLORE”, agenzia media, marketing e “LO SGUARDO DI HANDALA”, Onlus che promuove rassegne cinematografiche, documentando diversi aspetti della società civile, organizzano un concorso internazionale di poesia, racconto, saggio breve e videoclip dal titolo: “Acqua fonte di vita”.
Il concorso si avvale del patrocinio Comune di Anguillara Sabazia, territorio che si affaccia sul lago di Bracciano, è finalizzato alle tematiche legate all’acqua: è vita, è energia, è essenziale, è una risorsa dal valore inestimabile per le sue peculiari proprietà e per tantissimi altri utilizzi e virtù che ne testimoniano l’importanza per l’uomo, anche in un semplice gesto quotidiano come preparare la pasta o lavarsi i capelli.
E non si tratta solo dell’uomo, l’acqua è importante anche per l’ambiente e tutti gli altri esseri viventi che vivono sulla Terra.
Oggi si parla sempre più spesso di acqua e cambiamenti climatici, di isole di plastica che galleggiano negli oceani e di scarsità idrica sempre più diffusa.
Capire l’importanza dell’acqua per l’uomo, per l’ambiente e per tutti gli altri esseri viventi sulla Terra è quindi fondamentale per iniziare a rispettare questa risorsa preziosa, l’oro blu che rischia di diventare sempre più scarso
Tutti gli esseri viventi necessitano di acqua, dai vegetali agli animali e ovviamente anche l’uomo
L’acqua riveste un ruolo di straordinaria importanza nell’organismo umano in quanto elemento necessario al corretto mantenimento delle funzioni vitali.
Di fatto, la vita è subordinata all’accessibilità all’acqua, che deve essere garantita in modo continuo affinché possano aver luogo queste funzioni vitali.
Una giuria qualificata valuterà le opere, con la premiazione che si terrà nel mese di Settembre alla presenza del sindaco di Anguillara Sabazia e di altre autorità.
Per avere qualsiasi informazioni si può chiamare il numero 3805211295 o mandare una mail al seguente indirizzo: concorsoletterarioacqua@gmail.com
Il bando del concorso si può scaricare sul sito internet: http://www.terratricolore.it/

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di sabato 26 marzo 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di sabato 26 marzo 2022.‍‌

I casi attuali positivi sono 10397 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 1542; Buseto Palizzolo 43; Calatafimi-Segesta 191; Campobello di Mazara 370; Castellammare del Golfo 297; Castelvetrano 915; Custonaci 79; Erice 384; Favignana 60; Gibellina 91; Marsala 2431; Mazara del Vallo 1047; Misiliscemi: 2; Paceco 154; Pantelleria 218; Partanna 443; Petrosino 254; Poggioreale 30; Salaparuta 32; Salemi 236; Santa Ninfa 248; San Vito Lo Capo 43; Trapani 1036; Valderice 138; Vita 113.

deceduti 599.

guariti   69868.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 0.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 11.

Ricoverati in degenza ordinaria: 60.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 18.

Tutto pronto per il sesto Slalom del Satiro

MAZARA DEL VALLO – Sono sessanta i piloti iscritti al Sesto Slalom del Satiro – Città di Mazara del Vallo. La gara, valevole come seconda prova del campionato regionale, è organizzata dal Promoter Kinisia con il patrocinio del Comune di Mazara del Vallo e si disputerà domani, domenica 27 marzo, alle ore 9.00.
La competizione interesserà la strada provinciale 50 Salemi – Mazara del Vallo, su 2,5 km di percorso, con una prova di ricognizione e tre manches con undici barriere di rallentamento.
Tra le scuderie che parteciperanno,Trapani Corse, Team del Lago, Drepanum Corse, Armanno Corse. Oggi, sabato 26 marzo, dalle 15.00 alle 19.00, si svolgeranno le verifiche sportive (lungomare Giuseppe Mazzini) e tecniche (Piazza della Repubblica).

Domani continua al Museo di Arte Contemporanea San Rocco il cartellone della 69a stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani

TRAPANI – Domenica 27 marzo, alle ore 19.30 continua al Museo di Arte Contemporanea San Rocco, a Trapani, il cartellone della 69a stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani. Uno spettacolo di danza che diventa un’esperienza elettroacustica.
Un incontro tra danza contemporanea e musica elettronica. Uno spettacolo potente e impegnato, in cui le vibrazioni della musica elettronica corrispondono ai movimenti della ballerina sul palco. Immersi in un’ambientazione sonora di sottofondo, si genera un processo che suscita una reazione nella danzatrice che, muovendosi all’interno dello spazio, associa alla dimensione sonora diverse gestualità coreografiche imprevedibili nella loro sequenza e direzione. Un format sperimentale e innovativo che coinvolgerà il pubblico.

La 69ª stagione concertistica degli Amici della Musica di Trapani è realizzata con il contributo del Ministero della Cultura e della Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e con la collaborazione dell’Istituto di Cultura Italo Tedesco – sezione di Trapani e il Goethe Institut.

BIGLIETTI
Intero € 7,00
Ridotto € 5,00 (Studenti fino a 24 anni)
Studenti Conservatorio “A. Scontrino”, Trapani € 3,00

• Prenotazione obbligatoria con acquisto al botteghino entro mezz’ora prima dell’inizio della manifestazione.

Finisce in carcere assidua spacciatrice di Sappusi arrestata dai carabinieri

MARSALA – I Carabinieri della Compagnia di Marsala hanno arrestato una donna marsalese, classe ’80, residente nel quartiere popolare di Sappusi, in esecuzione di un’ordinanza sostitutiva della misura cautelare degli arresti domiciliari (cui l’indagata era sottoposta da tempo per spaccio di stupefacenti) con la custodia in carcere, disposta dal Tribunale di Palermo.
L’arresto costituisce l’esito di ripetuti controlli da parte dei Carabinieri su numerosissimi acquirenti di droga (cocaina, eroina e crack), soliti gravitare nei pressi dell’abitazione della donna, nel cuore di Sappusi, quartiere-bunker dove risulta particolarmente difficile, per le Forze dell’Ordine, operare senza essere notati.
Nessuno ha mai riferito agli inquirenti da chi venisse acquistato lo stupefacente, anzi, alle specifiche domande in merito, i tentativi di depistaggio degli acquirenti hanno cercato di coinvolgere stranieri – ovviamente sconosciuti, poiché noti solo per pseudo soprannomi – o spacciatori fuori dell’area marsalese, tutte notizie false per proteggere la fonte del loro approvvigionamento.
In realtà, i Carabinieri, appostati per diverse settimane a ridosso dell’abitazione dell’incallita spacciatrice, hanno monitorato un costante afflusso di persone che entrava ed usciva da quella casa ed i controlli operati a distanza sulle auto sospette hanno consentito di sequestrare diverse dosi di cocaina, eroina e crack, spesso tagliate in modo grossolano e così ancor più pericolose.
Nella giornata internazionale delle donne poi, la donna è stata vista uscire di casa con la macchina, pur essendo già sottoposta agli arresti domiciliari, manco a dirlo, per spaccio. Fermata dai militari, aveva con sé oltre 1.000 euro in contanti, tra banconote di piccolo taglio e monete, denaro derivante presumibilmente dall’attività di spaccio mai interrotta e destinato forse all’acquisto di altra droga. I Carabinieri hanno dunque perquisito l’abitazione dell’indagata: bilancini di precisione, bustine in cellophane per confezionare le dosi di cocaina, block notes con l’indicazione dei nomi degli acquirenti della droga con una minuziosa rendicontazione dei crediti e dei debiti maturati, oltre ad un sistema sofisticato di telecamere installate all’ingresso dell’appartamento per eludere i controlli di polizia.

L’esito dell’irruzione dell’8 marzo ha consentito al Tribunale di Palermo, che già aveva messo l’arrestata ai domiciliari, di disporne la custodia in carcere visto che, proprio perché reclusa in casa, lì aveva costruito la sua prolifica centrale di spaccio.
Così sabato 19 marzo scorso, i Carabinieri di Marsala hanno nuovamente bussato alla porta della donna, che nel frattempo aveva ripristinato le telecamere, si era procurata nuovi bilancini e droga (è stata infatti sequestrata della cocaina già suddivisa in dosi) – per portarla in carcere a Palermo.

Volontari congedati dalle forza armate potranno essere ricollocati nel sistema imprenditoriale: accordo tra Confcommercio Palermo e Ministero della Difesa

PALERMO – Siglato stamattina (25 marzo) l’accordo tra Confcommercio Palermo e la Difesa per offrire ai giovani volontari congedati delle Forze Armate un percorso di ricollocazione professionale, all’interno del sistema imprenditoriale siciliano.

L’intesa è stata firmata dal Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino, Comandante Militare dell’Esercito in Sicilia, e dalla Presidente di Confcommercio Palermo, dottoressa Patrizia Di Dio.

La collaborazione ricade nell’ambito del più ampio “Progetto Sbocchi Occupazionali”, coordinato dal Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti (Segredifesa) e sviluppato dai Comandi Militari Esercito presenti in ogni Regione, al fine di promuovere la ricollocazione professionale del personale militare che ha completato senza demerito il proprio servizio nelle Forze Armate.

La convenzione ha l’obiettivo di far incontrare l’offerta occupazionale nel settore imprenditoriale, collegato alla federazione provinciale, con la domanda generata da un bacino di personale che non ha trovato collocazione nell’ambito della Pubblica Amministrazione ma che, comunque, risulta in possesso di preziose specializzazioni, oltre che di accertati requisiti di moralità e affidabilità.

Il Generale di Corpo d’Armata Luciano Portolano, Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti ha accolto con estrema soddisfazione l’accordo stipulato con Confcommercio Palermo e ha auspicato che l’iniziativa possa essere ripetuta in altre regioni italiane.

“Una opportunità senz’altro interessante per il settore dell’imprenditoria privata – dice la presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio – che permetterà di incrementare il bacino dell’offerta di lavoro con persone qualificate che oltretutto offrono garanzie di preparazione culturale e condotta morale. Questa collaborazione con le Forze Armate sarà senz’altro utile a coprire vuoti nel mercato del lavoro”.

Nella foto, il Generale di Divisione Maurizio Angelo Scardino con la presidente di Confcommercio Palermo Patrizia Di Dio

L’accoglienza di Partanna ai profughi ucraini

PARTANNA – La Città di Partanna da giorni ha aperto le braccia ai profughi ucraini. L’Amministrazione Comunale, sin da subito dopo la grande emergenza seguita al conflitto ancora in atto, ha individuato e messo in piedi una propria e autonoma organizzazione di accoglienza per poter offrire ospitalità, anche grazie all’intervento delle famiglie, di associazioni di volontariato e dell’Ipab Renda-Ferrari. Oggi a Partanna sono presenti 25 rifugiati, e altri ne arriveranno: donne e bambini in favore dei quali le iniziative continuano. Per la loro ospitalità si può comunicare la propria disponibilità al seguente indirizzo di posta elettronica: ucraina@comune.partanna.tp.it, o compilando la scheda dedicata al seguente link https://bit.ly/3MO4Ixp

Come è stato comunicato nei giorni scorsi, infatti, adesso è possibile anche devolvere, con il coordinamento dell’Amministrazione Comunale, tramite un IBAN dedicato intestato alla Casa dei Fanciulli Renda-Ferrari, i propri contributi economici in sostegno delle famiglie arrivate in città. Queste le coordinate bancarie cui fare riferimento: IT 11 N 05216 81830 000000005259. Causale bonifico: Donazione Emergenza Ucraina – Credito Valtellinese S.p.A Agenzia di Castelvetrano. Lunedì 28 marzo, intanto, presso la sede della Croce Rossa (sede ex mercato agro-alimentare, di fronte Gioia & Sieli) dalle ore 15 alle ore 17, si terrà una raccolta alimentare, di abbigliamento primaverile/estivo (nuovo o in ottime condizioni), scarpe (nuove o in ottime condizioni ) per donna, ragazza, ragazzo, bambine e bambini (fascia di età 7/12 anni).

Si effettuerà anche una raccolta dì prodotti per l’igiene personale (spazzolini, dentifrici, shampoo, assorbenti, bagnoschiuma, sapone per le mani, detergenti e detersivi vari …..), giocattoli (nuovi o in ottime condizioni e non peluche) e materiale scolastico (penne, matite, gomme, colori, quaderni…).

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 25 marzo 2022

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di venerdì 25 marzo 2022.‍‌

I casi attuali positivi sono 11713 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 1574; Buseto Palizzolo 40; Calatafimi-Segesta 192; Campobello di Mazara 466; Castellammare del Golfo 309; Castelvetrano 1105; Custonaci 86; Erice 399; Favignana 58; Gibellina 135; Marsala 2621; Mazara del Vallo 1443; Misiliscemi: 2; Paceco 154; Pantelleria 210; Partanna 546; Petrosino 285; Poggioreale 43; Salaparuta 42; Salemi 320; Santa Ninfa 283; San Vito Lo Capo 44; Trapani 1101; Valderice 137; Vita 118.

deceduti 596.

guariti   67755.

Ricoverati in Terapia Intensiva: 1.

Ricoverati in Terapia semiintensiva: 11.

Ricoverati in degenza ordinaria: 59.

Ricoverati in Rsa e Covid hotel: 18.

Tamponi molecolari effettuati: 225.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 1631.

Augusta: detenuti in rivolta hanno tentato di sfondare i cancelli delle celle. Poliziotti feriti

AUGUSTA – Permangono le gravi criticità nelle carceri della Sicilia. Lo denuncia il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, che dà notizia del gravissimo episodio accaduto mercoledì sera (23 marzo) nel penitenziario di Augusta.

“Si tratta, purtroppo, di una brutta e violenta aggressione contro il personale di Polizia Penitenziaria che stava per dare corso ad una perquisizione nelle celle”, denuncia Calogero Navarra, segretario nazionale per la Sicilia del SAPPE. “Appena giunta nella V sezione detentiva, i detenuti hanno tentato in tutti i modi di opporsi all’operazione di servizio e di controllo, contrapponendosi prima agli Agenti e poi colpendone alcuni con calci e pugni”, prosegue. “Tre sono stati i colleghi contusi e feriti: due ispettori ed un assistente capo di Polizia Penitenziaria, tutti ricorsi alle cure dei sanitari. Sono stati momenti di altissima tensione, per fronteggiare i quali hanno fornito supporto anche altre Forze di Polizia”.

Il Segretario Generale del SAPPE Donato Capece commenta, da Roma: “Mi preoccupa questo nuovo grave episodio avvenuto nella Casa di reclusione di Augusta. Restano inascoltate le nostre segnalazioni al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria di Roma sulle disfunzioni e sugli inconvenienti che si riflettono sulla sicurezza e sulla operatività delle carceri siciliane e del personale di Polizia Penitenziaria che vi lavora con professionalità, abnegazione e umanità nonostante una significativa carenza di organico. Ed è incomprensibile che chi ha il dovere di intervenire, ossia l’Amministrazione penitenziaria regionale e nazionale, non intervenga tempestivamente. Mi appello alla Ministra della Giustizia Marta Cartabia perché fermi questa spirale di inaccettabili e quotidiani violenze contro il personale di Polizia Penitenziaria e definisca, con i vertici del DAP, un piano urgente di intervento per fronteggiare le gravi criticità delle carceri siciliane”.