Monthly Archives: Ottobre 2021

Si spara accidentalmente ad una mano. I carabinieri denunciano 3 persone

TRAPANI – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Trapani, a conclusione di alcuni accertamenti, hanno denunciato 3 soggetti per irregolarità in materia di detenzione e porto di armi.
Sull’isola di Favignana sono stati denunciati 2 fratelli pensionati, di 70 e 74 anni, per omessa custodia in quanto i militari intervenivano presso l’abitazione dei predetti, a seguito delle lesioni riportate ad una mano da uno dei due, causate da un colpo di arma da fuoco partito accidentalmente dal suo fucile mentre era intento a pulirlo. Scongiurato il peggio, assicurate le cure del caso all’uomo, che veniva trasportato di urgenza presso l’ospedale di Trapani, i Carabinieri di Favignana eseguivano un controllo accurato acclarando che le condizioni di custodia delle armi (n. 8 fucili e n. 1 pistola), legalmente detenute dai predetti, non erano adeguate alle normative vigenti, per tanto venivano entrambi deferiti all’Autorità Giudiziaria.
A Trapani invece nella stessa giornata i Carabinieri della Sezione Radiomobile, a seguito di un controllo alla circolazione stradale, denunciavano un giovane classe 92 il quale, a seguito di perquisizione personale e veicolare, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato che occultava sulla persona, sottoposto a sequestro.

Tutela della biodiversità e cooperazione tra Aree Marine Protette della Sicilia occidentale e di Malta: incontro operativo del progetto AMPPA

MARSALA – Contribuire a proteggere e salvaguardare la biodiversità marina e terrestre delle AMP delle due isole (Sicilia-Malta) attraverso la creazione di sistemi e servizi per la protezione ed il ripristino della biodiversità transfrontaliera. Questo l’obiettivo principale del progetto “AMPPA – Aree Marine Protette e Pesca Artigianale. Gestione integrata attraverso la sensibilizzazione ed educazione ambientale” finanziato nell’ambito del Programma INTERREG V-A Italia-Malta.

Sabato 23 e domenica 24 ottobre a Favignana e Marsala si è svolta una due giorni di lavori che ha visto coinvolti tutti i partners – italiani e maltesi – e i tecnici di progetto per programmare le diverse azioni transfrontaliere che prevedono attività di informazione e sensibilizzazione su una corretta fruizione del patrimonio naturale; il rafforzamento e la creazione di centri di informazione ambientale; la riduzione dell’impatto degli attrezzi della piccola pesca sulla biodiversità; lo scambio di esperienze, buone pratiche ed uniformità normative; un’indagine e ricerca finalizzate alla redazione di “Regolamento di Esecuzione ed Organizzazione” dell’AMP.

A partecipare agli incontri il direttore dell’Area Marina Protetta Isole Egadi Salvatore Livreri Console, la Responsabile U.O. Monitoraggio Ilaria Rinaudo, Davide Bruno, direttore dell’Area marina protetta isola di Ustica, Angelo La Pillo funzionario del Dipartimento regionale della Pesca Mediterranea, il sindaco di Gharb David Apap, la segretaria esecutiva di Gharb Lucienne Haber, il sindaco di Ghajnsielem Kevin Cauchi, il coordinatore di progetto Giovanni Borsellino, il responsabile amministrativo Giuseppe Sanfilippo, la responsabile della comunicazione Audrey Vitale.

“Siamo felici di aver accolto i partners di progetto – ha affermato il direttore Salvatore Livreri Console – è stato un proficuo incontro che ci permette di mettere un importante tassello per la costituzione di una solida rete tra aree marine protette per una gestione integrata che coinvolga gli operatori e rafforzi le sue azioni a tutela della biodiversità marina e terrestre”.

Di questi temi si dibatterà anche in occasione del convegno organizzato dal Dipartimento della Pesca Mediterranea in programma sabato 30 ottobre alle 11.30 all’evento “Blue Sea Land 2021” a Mazara del Vallo.

Il progetto AMPPA è una misura finanziata nell’ambito del Programma INTERREG V-A Italia-Malta con asse prioritario: III (tutela dell’ambiente e promozione di un uso efficiente delle risorse); obiettivo specifico: 3.1 (Contribuire ad arrestare la perdita di biodiversità terrestre e marina dell’area mantenendo e ripristinando gli ecosistemi e le aree protette). Capofila: Comune di Favignana – Ente gestore dell’Area Marina Protetta “Isole Egadi”; partners: Dipartimento Regionale della Pesca Mediterranea; Comune di Ustica – Ente gestore dell’Area Marina Protetta Isola di Ustica; Gharb Local Council; Ghajnsielem Local Council.

IISTP “Ferrigno – Accardi”, studenti realizzano banconota per la Banca d’Italia

CASTELVETRANO – E’ Gaia, la dea della Terra nella mitologia greca, ad abbracciare il pianeta in segno di protezione dalla pandemia e dai danni provocati dall’uomo nella banconota “ideata” dai ragazzi della 4^B Sia dell’Istituto “G.B. Ferrigno – V. Accardi” di Castelvetrano nell’ambito di un interessante progetto promosso dalla Banca d’Italia. Gli studenti, coordinati dalla professoressa Liliana Sanfilippo, sono stati infatti chiamati a realizzare il bozzetto di una banconota sul quale riportare il complesso di effetti economici e di risvolti sul piano dell’ecologia in riferimento alla recente pandemia da Covid-19. Il Premio per la Scuola di Banca d’Italia, giunto ormai all’ottava edizione, ha inteso incoraggiare la riflessione sulle misure di contrasto adottate rispetto alla situazione emergenziale e sui loro risvolti integrandola nella specificità di ogni grado e indirizzo di istruzione. Gli allievi dell’Istituto “G.B. Ferrigno – V. Accardi” ’hanno voluto sottolineare che, se da un lato la pandemia ha determinato una grave crisi dell’economia mondiale, dall’altro ha comunque permesso di riflettere sull’azione egoistica che costantemente l’uomo esercita sulla natura, sfruttando e depauperando le risorse del pianeta e mettendone a rischio il futuro. Attraverso un’analisi attenta dei provvedimenti e delle soluzioni economiche “suggerite” alle grandi potenze europee e mondiali da una emergenza sanitaria che è da intendersi anche come monito e opportunità per il cambiamento, i ragazzi della 4^B SIA hanno considerato il vantaggio che potrebbe venire dal ricorso all’economia circolare. Con impegno, entusiasmo e creatività, hanno perciò tradotto le loro riflessioni nel bozzetto di una banconota “immaginaria” che li ha candidati fino alla selezione interregionale. La pandemia, rappresentata dall’immagine del coronavirus SARS-CoV-2, da sinistra verso destra sembra invadere la banconota così come ha invaso il mondo provocando il crollo dell’economia riprodotto sullo sfondo dal grafico realizzato dalla BCE che mostra un calo del 6,6% del PIL (linea blu) nel 2020 nell’area Euro. L’elemento principale è Gaia, la dea della Terra nella mitologia greca, ritratta nel gesto di abbracciare e proteggere il pianeta. Alla dea greca è legato anche un elemento culturale, perché la figura mitologica aiuta a diffondere il messaggio che la cultura e lo studio possono diventare per i giovani, cittadini del domani, un modo per evitare uno dei tanti problemi del nostro Paese come la crisi economica.
L’economia circolare è rappresentata nelle linee curve – simbolo di riciclo e riutilizzo dei materiali che altrimenti andrebbero dispersi nell’ambiente – che compongono lo sfondo policromo in cui la scelta dei colori non è casuale. Il verde rappresenta la salvaguardia del Pianeta, il blu l’innovazione economica.
La filigrana scelta si compone di mani blu che sostengono un ramoscello di foglioline verdi ed è la sintesi perfetta di ciò che la banconota intende comunicare; si tratta di mani che proteggono e allo stesso tempo creano nuova linfa. Infine il simbolo apposto in alto si collega alla filigrana riprendendo quella linfa: è la foglia, che porterà nuovo e ritrovato benessere. I numeri che compaiono sotto il simbolo sono un riferimento esplicito ai “goals” dell’Agenda 2030 in quanto il 7 riguarda l’energia pulita ed accessibile, l’8 la crescita economica e il 13 la lotta per il cambiamento climatico. Infine, agli estremi della banconota, compaiono 20 linee oblique a sinistra e 30 a destra, per indicare la data entro cui realizzare il cambiamento per la salvaguardia dell’economia e del pianeta.
Grande soddisfazione per la partecipazione dei ragazzi al progetto e per la validità della loro realizzazione è stata espressa dalla Dirigente Scolastica, dott.ssa Caterina Buffa, che ha voluto sottolineare quanto la lezione della pandemia arrivi anzitutto ai ragazzi che sono stimolati a far tesoro di quanto hanno vissuto negli ultimi anni e sono chiamati a nuove possibilità e ad avviare un cambiamento autentico.

L’Istituto Comprensivo Radice Pappalardo è stato inserito tra le tre scuole partecipanti al progetto sperimentale Girls4Teach

CASTELVETRANO – L’Istituto Comprensivo Radice Pappalardo, tra tutte le Scuole Amiche Unicef del territorio nazionale è stato inserito tra le tre scuole partecipanti al progetto sperimentale Girls4Teach.
Il progetto, ideato da MASTERCARD e promosso dal Comitato Italiano per l’UNICEF, da sempre promuove iniziative interessanti e utili che sensibilizzano i giovani alle grandi sfide dell’umanità. Questo, in particolare, avvicina studentesse e studenti al mondo delle competenze STEM (Science, Tech-nology, Engineering and Math) per formare nuove generazioni al linguaggio matematico e scientifico ormai indispensabile per comprendere la realtà e per l’inserimento nel mondo del lavoro. Il progetto educativo, al quale hanno partecipato come protagonisti gli alunni della Scuola Secondaria di I grado delle classi II C del plesso Pappalardo e III G del plesso Medi, ha previsto una giornata di formazione full digital, attività, idee e innovazioni per far sì che i ragazzi imparino a imparare con il metodo scientifico.
Obiettivo è acquisire il rigore del metodo scientifico utile in ogni ambito disciplinare e come attitudine di fronte a situazioni di problem solving, per una education che guarda avanti, orientata a crescere individui capaci di competere, reagire e gestire il futuro sconosciuto ed incerto.
Nelle giornate del 11 e del 27 ottobre, all’interno dei laboratori di informatica, gli alunni hanno avuto la possibilità di incontrare virtualmente, su piattaforma Zoom, manager e leader di MASTERCARD che hanno istruito i ragazzi su temi molto importanti come: “tutto è digitale” “crittologia” e “rilevazione”. Il coordinamento delle azioni laboratoriali è stato seguito dai docenti Francesca Savaglio, Giuseppe Salluzzo, Simona Bernardone e Pietro Ancona per il plesso Pappalardo; Anna Tilotta e Salvatore Ippolito per il plesso Medi.
Gli alunni si sono divertiti e hanno interagito con i formatori tramite Slido, una piattaforma facile da usare per rispondere ai sondaggi e quiz precedentemente preparati. I ragazzi si sono sentiti coinvolti e protagonisti grazie allo scambio delle idee, ai contenuti proposti e all’innovazione del percorso.
Le discipline STEM rappresentano, senza dubbio, un importante elemento per favorire l’innovazione, lo sviluppo economico di un Paese e consentono ai giovani di avvicinarsi al mondo scientifico, con l’obiettivo di stimolare nuove aspirazioni e ambizioni, spronando gli studenti a formare le proprie competenze matematiche e scientifiche ormai indispensabili in un mondo del lavoro fondato sull’interdisciplinarità.
Una cooperazione molto fruttuosa quella con UNICEF che ha dato la possibilità alla scuola di apprendere e incoraggiare la crescita di nuovi talenti che saranno leader nel futuro e di far crescere in studentesse e studenti l’entusiasmo per seguire i propri sogni e le proprie aspirazioni.

Presentato a Fieramilano il nuovo Panettone Fiasconaro preparato con nocciole di Sicilia che incontrano la manna

CASTELBUONODolce&Gabbana e Fiasconaro rinnovano la già consolidata collaborazione per celebrare il dolce artigianale più amato con una reinterpretazione inedita: il Panettone alle Nocciole di Sicilia con crema alla Manna morbida da spalmare. In questa nuova proposta dolciaria, il gusto pieno delle nocciole coltivate da secoli nel territorio del piccolo borgo di Polizzi Generosa, la cui altitudine favorisce la creazione di un habitat ideale per questa coltura, si sposa con quello raffinato della Manna proveniente dalle colline fra Castelbuono e Pollina.
Il nuovo Panettone da 800g e il barattolo di crema alla Manna morbida da 200g sono racchiusi in un’elegante latta da collezione dai toni rosa e azzurri, decorata con fregi di inconfondibile ispirazione siciliana e scene naturali che rendono omaggio alle bellezze dell’Isola.

Coronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 27 ottobre 2021

TRAPANICoronavirus la situazione a Trapani e provincia. Aggiornamento di mercoledì 27 ottobre 2021.

I casi attuali positivi sono 358 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 39; Buseto Palizzolo 0; Calatafimi-Segesta 5; Campobello di Mazara 10; Castellammare del Golfo 37; Castelvetrano 25; Custonaci 3; Erice 29; Favignana 1; Gibellina 0; Marsala 57; Mazara del Vallo 37; Paceco 11; Pantelleria 4; Partanna 2; Petrosino 7; Poggioreale 0; Salaparuta 0; Salemi 1; Santa Ninfa 2; San Vito Lo Capo 4; Trapani 69; Valderice 14; Vita 1.

deceduti 422.

guariti   19483.

Ricoverati in Terapia Intensiva 1.

Ricoverati in Terapia semiintensiva 5.

Ricoverati in degenza ordinaria 5.

Tamponi molecolari effettuati: 361.

Tamponi per la ricerca dell’antigene: 138.

“I nostri sistemi fognanti non sono in grado più di ricevere troppa acqua”

PALERMOEndro Martini (geologo Presidente Italy Water Forum): “Ancora una volta tempeste mediterranee che si ripetono con maggiore frequenza. Sta cadendo troppa acqua a distanza di due mesi quando invece avevamo poca acqua, dunque siccità. Vedere città in pianura dove le grandi strade principali diventano dei fiumi significa che abbiamo sistemi fognanti che non sono più in grado di ricevere questa massa d’acqua. Grandi progetti, grandi parole, risorse europee, PNRR, ma non si riesce ad aprire un cantiere. Ed inoltre abbiamo ancora chi durante un forte temporale scende nel garage per salvare la macchina o pretende di passare sotto un ponte, una linea ferroviaria. Italia candidata a sede del Decimo Forum Mondiale dell’Acqua per ridare centralità a questi temi”.

Vessava l’anziano padre con continue richieste di denaro: i carabinieri lo sottopongono a due misure cautelari

TRAPANI – I Carabinieri della Stazione di Trapani hanno applicato le misure cautelari dell’allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla persona offesa, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trapani, a carico di un 42enne trapanese gravato da precedenti di polizia.
Più nello specifico, i provvedimenti sono scaturiti a conclusione dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Trapani, a seguito della denuncia sporta da un uomo di 73 anni, padre del 42enne raggiunto dalle misure cautelari. L’uomo, infatti, ha raccontato ai militari dell’Arma che il proprio figlio lo vessava da tempo con continue richieste di denaro di cui aveva bisogno per acquistare sostanze stupefacenti.
Il comportamento violento e minaccioso del figlio aveva indotto il 73enne a temere per la propria incolumità e ad assoggettarsi completamente alle richieste estorsive, finché non ha trovato il coraggio di chiedere aiuto ai Carabinieri.
I militari dell’Arma hanno sottoposto al vaglio della competente Autorità Giudiziaria importanti elementi di prova che hanno permesso l’emissione dei provvedimenti cautelari a carico del 42enne.

Società Canottieri Marsala: medaglia d’argento per Ludovica Giacalone all’Europa Cup Italy 2021

MARSALA – Grande vittoria per Ludovica Giacalone, atleta della società Canottieri Marsala, che si è classificata seconda femminile all’Europa Cup Italy 2021 della classe ILCA (International Laser Class Association).

La manifestazione, di alto profilo sportivo, si è svolta a Napoli, nelle acque di Nisida, dal 21 al 24 ottobre. Quattro giorni di regate con la partecipazione di oltre 350 timonieri provenienti da 9 nazioni.

Dopo il primo giorno, a causa del forte vento, con raffiche oltre i 25 nodi, i giudici di regata hanno consentito, per i successivi tre giorni, lo svolgimento di due prove soltanto. La squadra della Società Canottieri Marsala, guidata dal tecnico Vito Messina, si è dovuta quindi confrontare con condizioni meteo impegnative e difficili da gestire, che hanno reso la competizione in acqua ancora più dura.

“Un totale di 4 prove su 8 programmate in quattro giorni, quindi con poco margine di errore – ha commentato il coach Vito Messina, al termine della competizione -. I miei complimenti vanno a tutta la squadra per le performance in mare, con condizioni molto difficili. Primi due giorni con vento da sud e onda oltre i due metri e domenica con vento da nord-est sopra i 25 nodi. La fisicità e le tante ore in mare a Marsala con simili caratteristiche ci hanno aiutato a raggiungere dei buoni risultati, conferma è il secondo posto femminile assoluto di Ludovica Giacalone, il 16esimo posto assoluto di Giulio Genna e il 47esimo assoluto di Alberto Incarbona nei laser 4.7 su più di 150 regatanti da 5 nazioni diverse; per quanto riguarda i laser Radial, Lorenzo Caputo si è piazzato 40esimo su 130 regatanti”.

La cooperativa sociale Badia Grande dona un dipinto al sindaco di Marsala

MARSALA – Una delegazione di operatori della cooperativa sociale Badia Grande, che da alcuni mesi gestisce il progetto S.A.I. (Sistema di Accoglienza ed Integrazione) del Comune di Marsala, ha incontrato il sindaco Massimo Grillo per donargli una tela dipinta da un beneficiario in occasione della Festa del Rifugiato 2021, realizzata proprio a Marsala a fine giugno.

Presenti all’incontro, svoltosi al Palazzo Municipale, la coordinatrice del progetto S.A.I. di Marsala Lorena Tortorici, la responsabile della struttura FAMI di Salinagrande, Francesca Strippoli, la mediatrice culturale Latifa Saadani ed il beneficiario del progetto S.A.I. del Comune di Trapani, Hafith, di origine libica, che esprime attraverso l’arte emozioni e stati d’animo.

“Abbiamo mantenuto la promessa che ci eravamo fatti e oggi, a distanza di alcuni mesi, siamo qui – hanno detto Lorena Tortorici e Francesca Strippoli rivolgendosi al sindaco -, per farle omaggio del quadro che il nostro beneficiario aveva dipinto durante la manifestazione, conoscendo bene la sua apertura e sensibilità alle tematiche dell’accoglienza e dell’integrazione”.

Il sindaco Grillo ha ringraziato per il dono ricevuto facendo sapere che il quadro verrà appeso in una stanza del Comune. “Tutte le volte che vedrò questa immagine penserò alla parola fraternità”- ha detto il primo cittadino annunciando l’intenzione di voler ricambiare la visita recandosi in una delle strutture di accoglienza per immigrati gestite dalla cooperativa sociale Badia Grande, per conoscere più da vicino la realtà all’interno dei centri, e di voler creare un rapporto ancora più stabile con le associazioni che operano sul territorio cittadino nell’ambito dell’accoglienza e dell’integrazione.

Il quadro dipinto dal beneficiario Hafith è ispirato alla Sicilia; una tela dai colori decisi e brillanti che sottendono il rapporto intenso tra uomo e natura.